I CONSIGLI DELL’ESPERTO 

Ecco un decalogo di buone norme, abitudini e consigli per la salute dei tuoi piedi e della postura.

A

Non ignorate un dolore al piede, non è normale. Rivolgetevi ad un Podologo laureato.

B

Esaminate i vostri piedi regolarmente, facendo attenzione a cambiamenti di colore e temperatura. Controllate l’ eventuale presenza di lesioni o tagli nella cute e se si prestano unghie ispessite o scolorite

C

Il piede deve essere ben ospitato in una calzatura ottimale non solo in lunghezza ma anche in larghezza ed in altezza. Questo evita la formazione di ipercheratosi (callosità) nelle zone  dorsali, apicali e laterali favorendo anche una migliore mobilità del piede durante la deambulazione, evitando e/o ritardando alcune problematiche articolari, tendinee e/o muscolari;

D

Il piede non deve poggiare su una superficie piatta e dura, ma dovrebbe preferibilmente essere supportato da un appoggio morbido o al massimo semirigido che accompagni il piede e quindi gli arti inferiori durante il cammino. E’ importante quindi l’eventuale l’ausilio di supporti ortesici plantari realizzati da un Podologo qualificato ed esperto mediante una corretta e scrupolosa valutazione podalica, biomeccanica e posturale clinica e mediante l’utilizzo dell’esame baropodometrico statico, dinamico, stabilometrico e morfologico. Il plantare, oltre a migliorare l’appoggio dei piedi scaricando eventuali zone di iperappoggio, allevia e/o elimina la sintomatologia dolorosa, migliora  il ritorno venoso e ottimizza il nostro sistema posturale evitando lombalgie, gonalgie, cervicalgie, scapulalgie, coxalgie, podalgie, ecc..

E

Il tacco delle nostre calzature è di fondamentale importanza in quanto condiziona la nostra postura; se troppo alto o troppo basso oppure eccessivamente usurato, può come allo stesso modo la suola se troppo rigida, condizionare l’appoggio plantare e creare delle algie (dolori) a livello dei piedi, delle ginocchia, delle anche e della colonna vertebrale.

F

E’ buona abitudine calzare due paia di scarpe al giorno per dare la possibilità di far evaporare l’eccessiva umidità (dovuta alla sudorazione) che tende ad accumularsi nei tessuti della calzatura

G

Quando la sera togliete le calzature, soprattutto se svolgete un lavoro sedentario, eseguite una costante ginnastica al piede per conservare una buona mobilità articolare;

H

E’ buona norma abituarsi a fare quotidianamente un pediluvio serale di max 2-3 minuti.

I

Mantenete quanto più possibile la cute fresca, pulita ed idratata con creme specifiche per i piedi (Suggeriamo 3 Active- Crema emolliente piedi OTI).

L

Nel caso di macerazione fra le dita applicare polveri particolari come 3 Oil Polvere piedi OTI.

M

Non dimenticate di applicare in estate (al mare) uno schermo solare su dorso dei piedi;

N

Attenzione al peso: l’aumento del peso corporeo comporta un maggior lavoro di tutta la muscolatura ed in particolare di quella della schiena, del ginocchio e del piede.

O

Una passeggiata al giorno “toglie il flebologo di torno”: camminate quotidianamente almeno un’ora a passo lungo e svelto.

P

Consultate periodicamente un bravo specialista Podologo “laureato” per la valutazione e il trattamento podologico curativo del piede.

Patologie del piede

Scopri cosa può fare il Centro Podologico Pacilio per te

Centro di eccellenza in Campania da più di 35 anni.
Prof. Dott. Antonio Pacilio, Podologo e Posturologo

La nostra sede

Via Margherita di Savoia, 25
80046 San Giorgio a Cremano, Napoli

I nostri numeri

Studio: 081 275021
Mobile: 338 4700 007

I nostri orari

Lun-Ven: 9:00 – 13:00/ 15:00 – 19:00
Sab: 10:00 – 13:00