Discopatia

Discopatia è un termine utilizzato in medicina per indicare una generica alterazione del disco intervertebrale, quella specie di cuscinetto interposto tra una vertebra e l’altra con lo scopo di facilitare i movimenti ed ammortizzare gli urti. Le conseguenze più gravi di una discopatia sono legate alla riduzione della capacità ammortizzante del disco e alla contemporanea perdita dei normali rapporti tra una vertebra e l’altra. L’insieme di questi processi favorisce l’erniazione discale e può portare, col passare degli anni, alla comparsa di artrosi vertebrale. Queste anomalie possono irritare le strutture nervose adiacenti, scatenando forte dolore. Anche se il mal di schiena (dorsalgia e/o lombalgia) è il sintomo più comune associato a discopatia, nella maggioranza dei casi la patologia decorre in modo del tutto asintomatico.