Esame baropodometrico

L’esame baropodometrico è un esame specialistico che offre la possibilità di valutare soggetti affetti da problematiche a livello podalico e/o da disturbi e deficit biomeccanici e posturali, sia in fase statica (fermi in piedi) che in fase dinamica (durante la deambulazione) e mediante l’esame stabilometrico anche lo studio della stabilità delle reazioni toniche e dell’equilibrio. Giova sottolineare che il suo impiego può trovare applicazioni cliniche preventive, riabilitative, diagnostiche e terapeutiche.

Le applicazioni preventive riguardano soggetti in età prescolare e scolare, per lo screening di patologie di interesse podologico, posturologico, ortopedico, traumatologico, osteopatico, reumatologico, diabetologico, artrosico, flebologico, neurologico, chiropratico e sportivo. Le applicazioni diagnostiche forniscono, invece, dati “quantitativi e qualitativi” sul deficit podalico, biomeccanico e posturale in pazienti con patologie di interesse ortopedico quali dismorfismi e paramorfismi del rachide (scoliosi, iperlordosi, ipercifosi), spondilolisi e spondilolistesi, displasia congenita dell’anca, gonalgie, ginocchio valgo/varo, piede torto congenito, piede piatto valgo/piede varo, piedi disarmonici, alluce valgo/varo, artrosi, osteocondrosi, artrite reumatoide, esiti di noxae traumatiche (fratture, lussazioni, distorsioni, lesioni muscolari e tendinee) e in alterazioni quali ad esempio le dismetrie e le eterometrie degli arti inferiori; pazienti con patologie di interesse neurologico quali emiparesi, sclerosi multipla, paralisi cerebrali infantili, morbo di Parkinson, esiti di poliomielite, neuropatia diabetica (per la diagnosi precoce ed il monitoraggio dell’ulcera plantare), miopatie; soggetti con patologie di interesse odontostomatognatico quali malocclusioni, sindromi algico-disfunzionali (sindromi miofasciali, bruxismo, incoordinazioni condilo-meniscali, artrosi della ATM) e problematiche ORL (otorinolaringoiatriche). Le applicazioni terapeutiche, infine, da un lato consentono di valutare i miglioramenti posturali ottenuti mediante l’impiego di tecniche di rieducazione neuro-motoria, di chirurgia ortopedica (eseguendo l’esame prima e dopo l’intervento); come anche la valutazione di soggetti con ortesi e/o con bite, dall’altro possono essere impiegate esse stesse come misure terapeutiche, ad esempio come metodica di Biofeedback. L’esame baropodometrico consente, come detto, di valutare la coordinazione sia statica che dinamica e di analizzarne le basi morfofunzionali; inoltre la non invasività del metodo, la possibilità di essere eseguito con o senza calzature, la precisione e l’istantaneità della misurazione, la facile interpretazione dei dati, fanno di questa metodica un utile vantaggio nello studio delle patie che inficiano il controllo posturale sia in età evolutiva che dell’adulto, permettendo allo specialista di attuare un preciso follow-up e di seguire l’evoluzione delle turbe della coordinazione monitorando anche il trattamento riabilitativo, ortesico e post-chirurgico. La  Baropodometria Elettronica Modulare Clinica è un sistema specialistico costituito da un camminamento deambulatorio da 200 cm e da una piattaforma di rilevazione baropodometrica di 120 cm (dove ci sono 4800 sensori attivi) per un totale di 320 cm, interfacciato ad un software specialistico di acquisizione denominato “Milletrics”.

La pedana baropodometrica consente quindi di rilevare e misurare la postura e distribuzione delle pressioni plantari nella stazione eretta, sia in fase statica (in posizione di attenti) che durante la deambulazione (il cammino) fornendo:

  • I valori delle pressioni a colori;
  • Il punto di massima pressione M;
  • La superficie di appoggio;
  • La tipologia di appoggio;
  • Il baricentro corporeo o centro di pressione proiettato all’interno del poligono di appoggio (dato dai due podogrammi);
  • Il baricentro passante sulla perpendicolare di ogni singolo arto;
  • La distribuzione del carico;
  • I picchi di forze;
  • La lughezza e l’angolo del passo;
  • Il baricentro dinamico.

Il sistema innovativo “Image System” integrato alla baropodometria elettronica permette, inoltre, di valutare la dinamica del paziente con un filmato e con degli scatti fotografici al piede e alla postura scattati durante la deambualzione.
E’ un’indagine condotta con più telecamere all’infrarosso che informa lo specialista sulle proiezioni delle articolazioni sovrasegmentarie durante la deambulazione, con analisi di valori angolari nei singoli fotogrammi. Il sistema è integrabile con i dati delle acquisizioni effettuate con il Baropodometro Elettronico, con il Podoscanalyzer e con il Postural EMG per la simultaneità delle informazioni nello studio del passo (con immagini del paziente in contemporanea nei vari momenti dell’appoggio). In particolare misura in specifiche fasi della deambulazione (impatto, appoggio totale e stacco) l’inclinazione e la rotazione delle spalle, quella del bacino e l’angolo al ginocchio per l’arto inferiore. Image System consente una valutazione posturale globale, con la possibilità di memorizzare e stampare i dati per controlli periodici durante il trattamento, indicata nei controlli pre o post-ortesiologici e/o operatori.

GLI ULTIMI CASI CLINICI

Ci teniamo a mostravi i miglioramenti dei pazienti e le cure specialistiche del

Prof. Dott. Antonio Pacilio che si effettuano al Centro Podologico Pacilio di San Giorgio a Cremano, Napoli.

Informazioni e contatti

Parla con i nostri esperti e prenota una visita

Centro di eccellenza in Campania da più di 35 anni.
Prof. Dott. Antonio Pacilio, Podologo e Posturologo

Unica sede

Via Margherita di Savoia, 25
80046 San Giorgio a Cremano, Napoli

I nostri numeri

Studio: 081 275021

Mobile: 338 4700 007

I nostri orari

Dal Lun al Ven: dalle 9:00 alle 13:00/ dalle 15:00 alle 19:00
Sab: dalle 10:00 alle 13:00